Cloud: scopri la differenza tra pubblico e privato

Cloud: scopri la differenza tra pubblico e privato

Cloud: scopri la differenza tra pubblico e privato

Con il termine cloud si identifica un modello di elaborazione dati in rete che ha trasformato il nostro modo di lavorare. Molto probabilmente stai già utilizzando il cloud ma ignori che ci sono due tipi di cloud:

  • Il cloud pubblico: è il cloud a cui si accede tramite Internet ed è condiviso tra varie aziende.
  • Il cloud privato: è il cloud a cui si accede tramite internet ed è dedicato esclusivamente alla tua azienda.

Con questo articolo cercheremo di chiarire meglio le differenze che ci sono tra questi tipi di utilizzo del cloud.

Cos’è il cloud computing?

Il cloud computing archivia o accede a programmi, app e dati tramite Internet, anziché direttamente sul disco rigido del tuo computer. Qualsiasi servizio cloud è costituito da sistemi o dispositivi lato client (PC, tablet, ecc.) collegati ai componenti del data center di back-end.

Molti di voi già utilizzano nella propria vita personale o professionale il cloud computing tramite la condivisione dei documenti, come Dropbox, Google Docs e Microsoft 365.  Servizi di social networking e telecomunicazioni, come Facebook, Instagram, Skype o Tims. Anche l’utilizzo di CRM e strumenti di gestione della produttività sono erogati tramite il cloud computing, come Salesforce. In ultimo ci sono i servizi di streaming online come Netflix, YouTube, ecc.

Cos’è il cloud pubblico?

È il modello più popolare di servizi di cloud computing, il cloud pubblico offre vaste scelte in termini di soluzioni e risorse informatiche per soddisfare le crescenti esigenze di aziende di tutte le dimensioni.

Le caratteristiche distintive di una soluzione di cloud pubblico sono l’elevata elasticità e scalabilità ed un piano tariffario a basso costo basato su abbonamento.

I servizi sul cloud pubblico si basano in genere su un addebito in base alle risorse di elaborazione che consumi.

Il fornitore del cloud pubblico è responsabile dello sviluppo, della gestione e della manutenzione del pool di risorse informatiche condivise tra più aziende in tutta la rete.

Vantaggi del cloud pubblico

Alcuni vantaggi dell’utilizzo del cloud pubblico sono:

  • Nessun investimento richiesto per implementare e mantenere l’infrastruttura IT.
  • Elevata scalabilità e flessibilità per soddisfare richieste di carichi di lavoro imprevedibili.
  • Focalizzazione aziendale.La complessità e i requisiti dell’esperienza IT interna sono ridotti al minimo, poiché il fornitore di servizi cloud è responsabile della gestione dell’infrastruttura.
  • Flessibilità dei costi, consente alle aziende di seguire strategie di crescita snelle e concentrare i propri investimenti su progetti di innovazione.

Svantaggi del cloud pubblico

Il cloud pubblico ha anche alcune limitazioni:

  • Mancanza di controllo dei costi. Il costo totale può aumentare in modo esponenziale per l’utilizzo su larga scala, in particolare per le imprese di medie e grandi dimensioni.
  • Minore sicurezza. Il cloud pubblico non è ad uso esclusivo e i dati, non rimanendo archiviati in azienda ma in un’infrastruttura condivisa, sono più esposti a rischi di sicurezza.

Cos’è il cloud privato?

Il cloud privato si riferisce a qualsiasi soluzione cloud dedicata all’utilizzo da parte di una singola azienda. Le risorse del data center possono essere ubicate in sede o gestite da un fornitore di terze parti fuori sede. Le risorse informatiche sono isolate e fornite tramite una rete privata sicura e non condivise con altri clienti.

Il cloud privato è personalizzabile per soddisfare le esigenze specifiche dell’azienda. Con un maggior controllo sull’infrastruttura, le organizzazioni possono gestire carichi di lavoro senza compromettere la sicurezza.

Vantaggi del cloud privato

Alcuni vantaggi del cloud privato:

  • Ambienti dedicati e sicuri a cui non possono accedere altre aziende.
  • Sicurezza personalizzata. Le aziende possono eseguire protocolli, configurazioni e misure per personalizzare la sicurezza in base alle loro esigenze.
  • Scalabilità. Elevata scalabilità ed efficienza per soddisfare esigenze imprevedibili senza compromettere sicurezza e prestazioni.
  • Flessibilità. Il cloud privato è flessibile e si può adattare l’infrastruttura in base alle mutevoli esigenze aziendali.

Svantaggi del cloud privato

Il cloud privato non è esente da svantaggi che potrebbero limitare i casi d’uso:

  • Prezzo. Il cloud privato è una soluzione costosa rispetto alle alternative del cloud pubblico, soprattutto per casi d’uso a breve termine.
  • La scalabilità. L’infrastruttura potrebbe non offrire un’elevata scalabilità per soddisfare esigenze imprevedibili se il data center nel cloud è limitato alle risorse di elaborazione locali.

Esiste, infine, anche una terza possibilità offerta dal cloud ibrido. Un mix tra le due soluzioni che prevede l’utilizzo integrato delle due strutture, combinando insieme il cloud pubblico e il cloud privato, a seconda delle esigenze aziendali. Una soluzione non facile da gestire ma versatile e capace di offrire configurazioni personalizzate per le aziende.

Ora dovreste conoscere qualche informazione in più per scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze.


Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Cloud: scopri la differenza tra pubblico e privato