Bonus allarme e videosorveglianza - Valcom Magazine

Bonus allarme e videosorveglianza 2022: ecco come rendere più sicura la tua casa sfruttando le agevolazioni fiscali

Bonus allarme e videosorveglianza - Valcom Magazine

Per rendere più sicura la propria abitazione il governo ha prorogato anche per il 2022 il Bonus sicurezza che consente di dotare la propria casa di sistemi di allarme e videosorveglianza. Vediamo nei dettagli come funziona e quali lavori comprende

Casa e sicurezza

Installare un allarme in casa rappresenta un’ottima soluzione per sentirsi più sicuri e scongiurare eventuali effrazioni. Tornare alla propria abitazione e ritrovarla sottosopra può rappresentare infatti un’esperienza traumatica che comprende, oltre al danno economico, anche una sofferenza psicologica.

La protezione della casa rappresenta da sempre un valore molto importante per i consumatori ma negli ultimi anni sono sempre di più le persone che scelgono di sfruttare le nuove tecnologie per assicurarsi un livello ancora più avanzato di sicurezza.

A tal proposito, torna molto utile il Bonus Sicurezza 2022, un’agevolazione che permette di ottenere una detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute per l’installazione di sistemi antifurto, allarmi e videosorveglianza nelle abitazioni.

Anche per l’anno 2022 è stata infatti approvata la proroga per il bonus fiscale che consente di fruire del credito d’imposta per l’installazione di sistemi di videosorveglianza, consentendo al cittadino di portare in detrazione il 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2022.

Il criterio base è che si tratta di spese relative ad “interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio di compimento di atti illeciti da parte di terzi”.

Requisiti per il Bonus Sicurezza

Per accedere all’incentivo non è necessario avere una ristrutturazione in corso.

Il tetto massimo di spesa è fissato a 96.000 euro. Il rimborso avviene sotto forma di detrazione dell’IRPEF ed è ripartito in 10 quote annuali di pari importo.

Nello specifico, gli interventi comprendono compresi nel bonus sicurezza riguardano:

sistemi antifurto,

  • videosorveglianza professionale a circuito chiuso (TVCC)
  • videocitofonia e controllo degli accessi
  • dispositivi per la protezione da allagamenti, fughe di gas, e incendi
  • vetri antisfondamento
  • porte blindate
  • tapparelle motorizzate e meccaniche
  • installazione o sostituzione di catenacci, serrature e spioncini
  • installazione o sostituzione di cancelli, cancellate e protezioni murarie.

Il Bonus Sicurezza 2022 comprende, tra le spese agevolabili, quelle per l’esecuzione dei lavori ma anche:

  • Costi di progettazione e delle prestazioni professionali connesse
  • Spese per la messa a norma degli impianti elettrici
  • Acquisto dei materiali
  • Compenso per la certificazione di conformità dei lavori
  • Perizie e sopralluoghi

Per poter beneficiare del Bonus Sicurezza 2022, il pagamento dovrà avvenire mediante bonifico bancario che specifichi:

  • causale del versamento
  • codice fiscale di chi usufruisce della detrazione
  • codice fiscale o numero di partita IVA dell’impresa che ha effettuato il lavoro

Possono usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal Bonus Sicurezza 50% per l’anno 2022 tutti i contribuenti privati residenti e non residenti in Italia ed i contribuenti titolari di impresa con Partita IVA che, a qualunque titolo, possiedono l’immobile oggetto dell’agevolazione.

Se ci si sta per trasferire in una nuova abitazione è importante effettuare per tempo il trasloco delle utenze luce e gas. Qualora il contatore nella nuova casa sia ancora attivo, sarà sufficiente effettuare una voltura delle utenze, che consentirà di cambiare il nome dell’intestatario delle bollette.

Per chi è in cerca di una nuova soluzione energetica, per ridurre i consumi o perché ha ricevuto una fornitura di ultima istanza, prima di selezionare il nuovo fornitore è bene fare un raffronto tra le diverse offerte luce e gas presenti sul mercato.

Per risparmiare sui costi dell’energia è fondamentale passare ad un fornitore del mercato libero.


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Bonus allarme e videosorveglianza 2022: ecco come rendere più sicura la tua casa sfruttando le agevolazioni fiscali